Ultime ricette

Michelin pubblicherà una guida di Seoul nel 2016

Michelin pubblicherà una guida di Seoul nel 2016


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Seoul segna la quarta guida Michelin in Asia

Gli ispettori Michelin inizieranno a cenare nei ristoranti di Seoul tra poche settimane.

Michelin ha confermato una guida di Seoul per il 2016, segnando il suo 27ns edizione globale e la quarta asiatica. La guida che mette in evidenza i migliori ristoranti e hotel di Seoul sarà pubblicata entro la fine dell'anno, riferisce Corea Times.

Kim Bo-hyung, country manager di Michelin Korea, afferma: “Michelin visiterà presto il Paese per valutare i ristoranti a Seoul. La Corea ha una vivace cultura alimentare che ha un grande potenziale di crescita. Il mondo ha prestato attenzione al cibo coreano tradizionale e unico”.

I funzionari Michelin affermano che la guida non solo evidenzierà la scena culinaria di Seoul, i ristoranti di qualità e gli chef emergenti, ma contribuirà anche a promuovere il turismo gastronomico. La guida di Seoul sarà pubblicata sia in coreano che in inglese e sarà disponibile in formato digitale.

Il direttore internazionale delle guide Michelin Michael Ellis afferma: "Siamo molto entusiasti di sviluppare una nuova guida in Asia nel 2016 con il lancio della guida Michelin per Seoul... La scena culinaria di Seoul si è evoluta in una destinazione culinaria di livello mondiale e i nostri ispettori sono impazienti di iniziare a vagare per le strade della città e scoprire l'alta qualità della sua scena culinaria", cita Mangiatore.


Yun-gwon fa causa alla Guida Michelin per aver incluso il suo ristorante

Alcuni chef sognano per tutta la vita di vincere una stella Michelin. Ma non Eo Yun-gwon.

Secondo quanto riferito, lo chef sudcoreano ha citato in giudizio Michelin per aver incluso il suo ristorante Ristorante Eo nella loro guida 2019 di Seoul, dicendo che ha chiesto loro di non farlo.

Sta agendo in base a una legge sudcoreana contro l'insulto pubblico, che è simile alle leggi americane sulla diffamazione e la calunnia.

Qual è la lamentela?

Il 15 novembre, Eo ha annunciato sulla sua pagina Facebook di aver presentato lo stesso giorno una denuncia penale per insulto pubblico contro Michelin Travel Partner presso l'ufficio del procuratore del distretto centrale di Seoul.

"Ho presentato una denuncia penale contro il comportamento della Guida Michelin di inserire forzatamente [ristoranti] contro la loro volontà e senza un criterio chiaro", ha scritto.

"Includere il mio ristorante Eo nel libro corrotto è una diffamazione contro i membri di Eo e i fan. Come un fantasma, non avevano un numero di contatto e sono stato in grado di mettermi in contatto solo tramite e-mail. Anche se ho chiaramente rifiutato l'elenco del mio ristorante, l'hanno incluso a loro piacimento anche quest'anno."

Lo chef sudcoreano Eo Yun-gwon ha chiesto alla Guida Michelin di non mostrare il suo locale, il Ristorante Eo. (Ristorante Eo)

In particolare, Eo contesta il modo in cui Michelin, che è leggendariamente taciturna, giudica i ristoranti.

In un altro post su Facebook, questo del 13 novembre, Eo ha scritto: "Ci sono migliaia di ristoranti a Seoul che sono allo stesso livello o migliori e più onesti di quelli elencati sulla guida Michelin. È un triste scherzo che solo 170 di loro rappresentino Seoul."

Secondo la pagina Facebook di Eo, ha inviato un'e-mail a Michelin chiedendo loro di rimuovere il suo ristorante dalla guida in tutte le categorie e ha chiesto loro di spiegare i criteri di valutazione.

Dice di aver scritto nell'e-mail: "Numerosi ristoranti e lavoratori stanno sprecando la loro anima (denaro, tempo e fatica) per perseguire il miraggio che è la stella Michelin".

La Michelin ha pubblicato la sua prima guida ai ristoranti di Seoul nel 2016. La loro descrizione del Ristorante Eo citava specificamente lo chef, affermando che "ogni piatto dimostra chiaramente la sua comprensione dell'integrità e della semplicità della cucina italiana".

Eo ha detto alla CNN per telefono: "La guida Michelin è un sistema crudele. È la prova più crudele del mondo. Costringe gli chef a lavorare circa un anno in attesa di un test [e] non sanno quando arriverà.

"È umiliante vedere il mio ristorante dare una valutazione in quel libro malsano."

La guida Michelin, ha aggiunto, "è accecata dal denaro e manca di filosofia".

La CNN ha contattato la Guida Michelin per un commento.

Ma funzionerà?

Sebbene la causa di Eo abbia già fatto notizia nel mondo del cibo, l'avvocato criminale sudcoreano Shin Ha-na afferma che è improbabile che le accuse restino valide.

"Ci deve essere una dichiarazione offensiva che riduca la propria posizione sociale", spiega Shin alla CNN. "Di solito, ci devono essere parolacce. Dal momento che la guida non ha stampato volgarità, non credo che l'accusa reggerà."

Tuttavia, Shin osserva che se Michelin viene giudicata colpevole, la società sarà condannata a pagare da 500.000 a 3 milioni di won (da $ 625 a $ 3740 di danni).

Eo ha giurato: "Continuerò la mia campagna contro Michelin". (AAP / Ristorante Eo)

Le ripercussioni oltre la Corea

Eo non è l'unico chef a contestare la famosa e segreta guida alla revisione del cibo.

Anche lo chef francese Marc Veyrat ha fatto causa alla Michelin nel 2019, ma nel suo caso era per aver portato via una stella.

La Guida Michelin per la Francia ha detto a Veyrat che stavano attraccando una delle sue stelle dopo aver recensito il suo ristorante La Maison des Bois nelle Alpi.

Marc Veyrat, da parte sua, ha affermato che l'incidente aveva a che fare con un malinteso sul formaggio: il recensore della Michelin credeva che un soufflé fosse stato fatto di cheddar, mentre lo chef ha detto che erano molti altri formaggi con l'aggiunta di zafferano per dargli la tonalità gialla spesso associato al cheddar.

Ha aggiunto di essere entrato in una profonda depressione in seguito alla retrocessione della stella. "Sono stato disonorato, ho visto la mia squadra in lacrime", ha detto a una stazione radio francese.

La causa di Veyrat contro Michelin si terrà a novembre a Nanterre, in Francia.

Qualunque cosa accada con entrambe le cause, però, è chiaro che Eo non andrà da nessuna parte.

Sulla sua pagina Facebook, ha scritto: "Lavorerò sodo per salvaguardare l'integrità della nostra industria contro i critici della spazzatura come Michelin o influencer o media. Continuerò la mia campagna contro Michelin."

Ristorante Eo , 15 Dosandaero, 75-gil, Cheongdam-dong, Gangnam-gu Seoul, +82 2-3445-1926


Yun-gwon fa causa alla Guida Michelin per aver incluso il suo ristorante

Alcuni chef sognano per tutta la vita di vincere una stella Michelin. Ma non Eo Yun-gwon.

Secondo quanto riferito, lo chef sudcoreano ha citato in giudizio Michelin per aver incluso il suo ristorante Ristorante Eo nella loro guida 2019 di Seoul, dicendo che ha chiesto loro di non farlo.

Sta agendo in base a una legge sudcoreana contro l'insulto pubblico, che è simile alle leggi americane sulla diffamazione e la calunnia.

Qual è la lamentela?

Il 15 novembre, Eo ha annunciato sulla sua pagina Facebook di aver presentato lo stesso giorno una denuncia penale per insulto pubblico contro Michelin Travel Partner presso l'ufficio del procuratore del distretto centrale di Seoul.

"Ho presentato una denuncia penale contro il comportamento della Guida Michelin di inserire forzatamente [ristoranti] contro la loro volontà e senza criteri chiari", ha scritto.

"Includere il mio ristorante Eo nel libro corrotto è una diffamazione contro i membri di Eo e i fan. Come un fantasma, non avevano un numero di contatto e sono stato in grado di mettermi in contatto solo tramite e-mail. Anche se ho chiaramente rifiutato l'elenco del mio ristorante, l'hanno incluso a loro piacimento anche quest'anno."

Lo chef sudcoreano Eo Yun-gwon ha chiesto alla Guida Michelin di non mostrare il suo locale, il Ristorante Eo. (Ristorante Eo)

In particolare, Eo contesta il modo in cui Michelin, che è leggendariamente taciturna, giudica i ristoranti.

In un altro post su Facebook, questo del 13 novembre, Eo ha scritto: "Ci sono migliaia di ristoranti a Seoul che sono allo stesso livello o migliori e più onesti di quelli elencati sulla guida Michelin. È un triste scherzo che solo 170 di loro rappresentino Seoul."

Secondo la pagina Facebook di Eo, ha inviato un'e-mail a Michelin chiedendo loro di rimuovere il suo ristorante dalla guida in tutte le categorie e ha chiesto loro di spiegare i criteri di valutazione.

Dice di aver scritto nell'e-mail: "Numerosi ristoranti e lavoratori stanno sprecando la loro anima (denaro, tempo e fatica) per perseguire il miraggio che è la stella Michelin".

La Michelin ha pubblicato la sua prima guida ai ristoranti di Seoul nel 2016. La loro descrizione del Ristorante Eo citava specificamente lo chef, affermando che "e ogni piatto dimostra chiaramente la sua comprensione dell'integrità e della semplicità della cucina italiana."

Eo ha detto alla CNN per telefono: "La guida Michelin è un sistema crudele. È la prova più crudele del mondo. Costringe gli chef a lavorare circa un anno in attesa di un test [e] non sanno quando arriverà.

"È umiliante vedere il mio ristorante dare una valutazione in quel libro malsano."

La guida Michelin, ha aggiunto, "è accecata dal denaro e manca di filosofia".

La CNN ha contattato la Guida Michelin per un commento.

Ma funzionerà?

Sebbene la causa di Eo abbia già fatto notizia nel mondo del cibo, l'avvocato criminale sudcoreano Shin Ha-na afferma che è improbabile che le accuse restino valide.

"Ci deve essere una dichiarazione offensiva che riduca la propria posizione sociale", spiega Shin alla CNN. "Di solito, ci devono essere parolacce. Dal momento che la guida non ha stampato volgarità, non credo che l'accusa reggerà."

Tuttavia, Shin osserva che se Michelin viene giudicata colpevole, la società sarà condannata a pagare da 500.000 a 3 milioni di won (da $ 625 a $ 3740 di danni).

Eo ha giurato: "Continuerò la mia campagna contro Michelin". (AAP / Ristorante Eo)

Le ripercussioni oltre la Corea

Eo non è l'unico chef a contestare la famosa e segreta guida alla revisione del cibo.

Anche lo chef francese Marc Veyrat ha fatto causa alla Michelin nel 2019, ma nel suo caso era per aver portato via una stella.

La Guida Michelin per la Francia ha detto a Veyrat che stavano attraccando una delle sue stelle dopo aver recensito il suo ristorante La Maison des Bois nelle Alpi.

Marc Veyrat, da parte sua, ha affermato che l'incidente aveva a che fare con un malinteso sul formaggio: il recensore della Michelin credeva che un soufflé fosse stato fatto di cheddar, mentre lo chef ha detto che erano molti altri formaggi con l'aggiunta di zafferano per dargli la tonalità gialla spesso associato al cheddar.

Ha aggiunto di essere entrato in una profonda depressione in seguito alla retrocessione della stella. "Sono stato disonorato, ho visto la mia squadra in lacrime", ha detto a una stazione radio francese.

La causa di Veyrat contro Michelin si terrà a novembre a Nanterre, in Francia.

Qualunque cosa accada con entrambe le cause, però, è chiaro che Eo non andrà da nessuna parte.

Sulla sua pagina Facebook, ha scritto, "Lavorerò sodo per salvaguardare l'integrità della nostra industria contro i critici della spazzatura come Michelin o influencer o media. Continuerò la mia campagna contro Michelin."

Ristorante Eo , 15 Dosandaero, 75-gil, Cheongdam-dong, Gangnam-gu Seoul, +82 2-3445-1926


Yun-gwon fa causa alla Guida Michelin per aver incluso il suo ristorante

Alcuni chef sognano per tutta la vita di vincere una stella Michelin. Ma non Eo Yun-gwon.

Secondo quanto riferito, lo chef sudcoreano ha citato in giudizio Michelin per aver incluso il suo ristorante Ristorante Eo nella loro guida 2019 di Seoul, dicendo che ha chiesto loro di non farlo.

Sta agendo in base a una legge sudcoreana contro l'insulto pubblico, che è simile alle leggi americane sulla diffamazione e la calunnia.

Qual è la lamentela?

Il 15 novembre, Eo ha annunciato sulla sua pagina Facebook di aver presentato lo stesso giorno una denuncia penale per insulto pubblico contro Michelin Travel Partner presso l'ufficio del procuratore del distretto centrale di Seoul.

"Ho presentato una denuncia penale contro il comportamento della Guida Michelin di inserire forzatamente [ristoranti] contro la loro volontà e senza un criterio chiaro", ha scritto.

"Includere il mio ristorante Eo nel libro corrotto è una diffamazione contro i membri di Eo e i fan. Come un fantasma, non avevano un numero di contatto e sono riuscito a mettermi in contatto solo tramite e-mail. Anche se ho chiaramente rifiutato l'elenco del mio ristorante, l'hanno incluso a loro piacimento anche quest'anno."

Lo chef sudcoreano Eo Yun-gwon ha chiesto alla Guida Michelin di non mostrare il suo locale, il Ristorante Eo. (Ristorante Eo)

In particolare, Eo contesta il modo in cui Michelin, che è leggendariamente taciturna, giudica i ristoranti.

In un altro post su Facebook, questo del 13 novembre, Eo ha scritto: "Ci sono migliaia di ristoranti a Seoul che sono allo stesso livello o migliori e più onesti di quelli elencati sulla guida Michelin. È un triste scherzo che solo 170 di loro rappresentino Seoul."

Secondo la pagina Facebook di Eo, ha inviato un'e-mail a Michelin chiedendo loro di rimuovere il suo ristorante dalla guida in tutte le categorie e ha chiesto loro di spiegare i criteri di valutazione.

Dice di aver scritto nell'e-mail: "Numerosi ristoranti e lavoratori stanno sprecando la loro anima (denaro, tempo e fatica) per perseguire il miraggio che è la stella Michelin".

La Michelin ha pubblicato la sua prima guida ai ristoranti di Seoul nel 2016. La loro descrizione del Ristorante Eo citava specificamente lo chef, affermando che "e ogni piatto dimostra chiaramente la sua comprensione dell'integrità e della semplicità della cucina italiana."

Eo ha detto alla CNN per telefono: "La guida Michelin è un sistema crudele. È la prova più crudele del mondo. Costringe gli chef a lavorare circa un anno in attesa di un test [e] non sanno quando arriverà.

"È umiliante vedere il mio ristorante dare una valutazione in quel libro malsano."

La guida Michelin, ha aggiunto, "è accecata dal denaro e manca di filosofia".

La CNN ha contattato la Guida Michelin per un commento.

Ma funzionerà?

Sebbene la causa di Eo abbia già fatto notizia nel mondo del cibo, l'avvocato criminale sudcoreano Shin Ha-na afferma che è improbabile che le accuse restino valide.

"Ci deve essere una dichiarazione offensiva che riduca la propria posizione sociale", spiega Shin alla CNN. "Di solito, ci devono essere parolacce. Dal momento che la guida non ha stampato volgarità, non credo che l'accusa reggerà."

Tuttavia, Shin osserva che se Michelin viene giudicata colpevole, la società sarà condannata a pagare da 500.000 a 3 milioni di won (da $ 625 a $ 3740 di danni).

Eo ha giurato: "Continuerò la mia campagna contro Michelin". (AAP / Ristorante Eo)

Le ripercussioni oltre la Corea

Eo non è l'unico chef a contestare la famosa e segreta guida alla revisione del cibo.

Anche lo chef francese Marc Veyrat ha fatto causa alla Michelin nel 2019, ma nel suo caso era per aver portato via una stella.

La Guida Michelin per la Francia ha detto a Veyrat che stavano attraccando una delle sue stelle dopo aver recensito il suo ristorante La Maison des Bois nelle Alpi.

Marc Veyrat, da parte sua, ha affermato che l'incidente aveva a che fare con un malinteso sul formaggio: il recensore della Michelin credeva che un soufflé fosse stato fatto di cheddar, mentre lo chef ha detto che erano molti altri formaggi con l'aggiunta di zafferano per dargli la tonalità gialla spesso associato al cheddar.

Ha aggiunto di essere entrato in una profonda depressione in seguito alla retrocessione della stella. "Sono stato disonorato, ho visto la mia squadra in lacrime", ha detto a una stazione radio francese.

La causa di Veyrat contro Michelin si terrà a novembre a Nanterre, in Francia.

Qualunque cosa accada con entrambe le cause, però, è chiaro che Eo non andrà da nessuna parte.

Sulla sua pagina Facebook, ha scritto, "Lavorerò sodo per salvaguardare l'integrità della nostra industria contro i critici della spazzatura come Michelin o influencer o media. Continuerò la mia campagna contro Michelin."

Ristorante Eo , 15 Dosandaero, 75-gil, Cheongdam-dong, Gangnam-gu Seoul, +82 2-3445-1926


Yun-gwon fa causa alla Guida Michelin per aver incluso il suo ristorante

Alcuni chef sognano per tutta la vita di vincere una stella Michelin. Ma non Eo Yun-gwon.

Secondo quanto riferito, lo chef sudcoreano ha citato in giudizio Michelin per aver incluso il suo ristorante Ristorante Eo nella loro guida 2019 di Seoul, dicendo che ha chiesto loro di non farlo.

Sta agendo in base a una legge sudcoreana contro l'insulto pubblico, che è simile alle leggi americane sulla diffamazione e la calunnia.

Qual è la lamentela?

Il 15 novembre, Eo ha annunciato sulla sua pagina Facebook di aver presentato lo stesso giorno una denuncia penale per insulto pubblico contro Michelin Travel Partner presso l'ufficio del procuratore del distretto centrale di Seoul.

"Ho presentato una denuncia penale contro il comportamento della Guida Michelin di inserire forzatamente [ristoranti] contro la loro volontà e senza un criterio chiaro", ha scritto.

"Includere il mio ristorante Eo nel libro corrotto è una diffamazione contro i membri di Eo e i fan. Come un fantasma, non avevano un numero di contatto e sono riuscito a mettermi in contatto solo tramite e-mail. Anche se ho chiaramente rifiutato l'elenco del mio ristorante, l'hanno incluso a loro piacimento anche quest'anno."

Lo chef sudcoreano Eo Yun-gwon ha chiesto alla Guida Michelin di non mostrare il suo locale, il Ristorante Eo. (Ristorante Eo)

In particolare, Eo contesta il modo in cui Michelin, che è leggendariamente taciturna, giudica i ristoranti.

In un altro post su Facebook, questo del 13 novembre, Eo ha scritto: "Ci sono migliaia di ristoranti a Seoul che sono allo stesso livello o migliori e più onesti di quelli elencati sulla guida Michelin. È un triste scherzo che solo 170 di loro rappresentino Seoul."

Secondo la pagina Facebook di Eo, ha inviato un'e-mail a Michelin chiedendo loro di rimuovere il suo ristorante dalla guida in tutte le categorie e ha chiesto loro di spiegare i criteri di valutazione.

Dice di aver scritto nell'e-mail: "Numerosi ristoranti e lavoratori stanno sprecando la loro anima (denaro, tempo e fatica) per perseguire il miraggio che è la stella Michelin".

La Michelin ha pubblicato la sua prima guida ai ristoranti di Seoul nel 2016. La loro descrizione del Ristorante Eo citava specificamente lo chef, affermando che "ogni piatto dimostra chiaramente la sua comprensione dell'integrità e della semplicità della cucina italiana".

Eo ha detto alla CNN per telefono: "La guida Michelin è un sistema crudele. È la prova più crudele del mondo. Costringe gli chef a lavorare circa un anno in attesa di un test [e] non sanno quando arriverà.

"È umiliante vedere il mio ristorante dare una valutazione in quel libro malsano."

La guida Michelin, ha aggiunto, "è accecata dal denaro e manca di filosofia".

La CNN ha contattato la Guida Michelin per un commento.

Ma funzionerà?

Sebbene la causa di Eo abbia già fatto notizia nel mondo del cibo, l'avvocato criminale sudcoreano Shin Ha-na afferma che è improbabile che le accuse restino valide.

"Ci deve essere una dichiarazione offensiva che riduca la propria posizione sociale", spiega Shin alla CNN. "Di solito, ci devono essere parolacce. Dal momento che la guida non ha stampato volgarità, non credo che l'accusa reggerà."

Tuttavia, Shin osserva che se Michelin viene giudicata colpevole, la società sarà condannata a pagare da 500.000 a 3 milioni di won (da $ 625 a $ 3740 di danni).

Eo ha giurato: "Continuerò la mia campagna contro Michelin". (AAP / Ristorante Eo)

Le ripercussioni oltre la Corea

Eo non è l'unico chef a contestare la famosa e segreta guida alla revisione del cibo.

Anche lo chef francese Marc Veyrat ha fatto causa alla Michelin nel 2019, ma nel suo caso era per aver portato via una stella.

La Guida Michelin per la Francia ha detto a Veyrat che stavano attraccando una delle sue stelle dopo aver recensito il suo ristorante La Maison des Bois nelle Alpi.

Marc Veyrat, da parte sua, ha affermato che l'incidente aveva a che fare con un malinteso sul formaggio: il recensore della Michelin credeva che un soufflé fosse stato fatto di cheddar, mentre lo chef ha detto che erano molti altri formaggi con l'aggiunta di zafferano per dargli la tonalità gialla spesso associato al cheddar.

Ha aggiunto di essere entrato in una profonda depressione in seguito alla retrocessione della stella. "Sono stato disonorato, ho visto la mia squadra in lacrime", ha detto a una stazione radio francese.

La causa di Veyrat contro Michelin si terrà a novembre a Nanterre, in Francia.

Qualunque cosa accada con entrambe le cause, però, è chiaro che Eo non andrà da nessuna parte.

Sulla sua pagina Facebook, ha scritto, "Lavorerò sodo per salvaguardare l'integrità della nostra industria contro i critici della spazzatura come Michelin o influencer o media. Continuerò la mia campagna contro Michelin."

Ristorante Eo , 15 Dosandaero, 75-gil, Cheongdam-dong, Gangnam-gu Seoul, +82 2-3445-1926


Yun-gwon fa causa alla Guida Michelin per aver incluso il suo ristorante

Alcuni chef sognano per tutta la vita di vincere una stella Michelin. Ma non Eo Yun-gwon.

Secondo quanto riferito, lo chef sudcoreano ha citato in giudizio Michelin per aver incluso il suo ristorante Ristorante Eo nella loro guida 2019 di Seoul, dicendo che ha chiesto loro di non farlo.

Sta agendo in base a una legge sudcoreana contro l'insulto pubblico, che è simile alle leggi americane sulla diffamazione e la calunnia.

Qual è la lamentela?

Il 15 novembre, Eo ha annunciato sulla sua pagina Facebook di aver presentato lo stesso giorno una denuncia penale per insulto pubblico contro Michelin Travel Partner presso l'ufficio del procuratore del distretto centrale di Seoul.

"Ho presentato una denuncia penale contro il comportamento della Guida Michelin di inserire forzatamente [ristoranti] contro la loro volontà e senza un criterio chiaro", ha scritto.

"Includere il mio ristorante Eo nel libro corrotto è una diffamazione contro i membri di Eo e i fan. Come un fantasma, non avevano un numero di contatto e sono stato in grado di mettermi in contatto solo tramite e-mail. Anche se ho chiaramente rifiutato l'elenco del mio ristorante, l'hanno incluso a loro piacimento anche quest'anno."

Lo chef sudcoreano Eo Yun-gwon ha chiesto alla Guida Michelin di non mostrare il suo locale, il Ristorante Eo. (Ristorante Eo)

In particolare, Eo contesta il modo in cui Michelin, che è leggendariamente taciturna, giudica i ristoranti.

In un altro post su Facebook, questo del 13 novembre, Eo ha scritto: "Ci sono migliaia di ristoranti a Seoul che sono allo stesso livello o migliori e più onesti di quelli elencati sulla guida Michelin. È un triste scherzo che solo 170 di loro rappresentino Seoul."

Secondo la pagina Facebook di Eo, ha inviato un'e-mail a Michelin chiedendo loro di rimuovere il suo ristorante dalla guida in tutte le categorie e ha chiesto loro di spiegare i criteri di valutazione.

Dice di aver scritto nell'e-mail: "Numerosi ristoranti e lavoratori stanno sprecando la loro anima (denaro, tempo e fatica) per perseguire il miraggio che è la stella Michelin".

La Michelin ha pubblicato la sua prima guida ai ristoranti di Seoul nel 2016. La loro descrizione del Ristorante Eo citava specificamente lo chef, affermando che "e ogni piatto dimostra chiaramente la sua comprensione dell'integrità e della semplicità della cucina italiana."

Eo ha detto alla CNN per telefono: "La guida Michelin è un sistema crudele. È la prova più crudele del mondo. Costringe gli chef a lavorare circa un anno in attesa di un test [e] non sanno quando arriverà.

"È umiliante vedere il mio ristorante dare una valutazione in quel libro malsano."

La guida Michelin, ha aggiunto, "è accecata dal denaro e manca di filosofia".

La CNN ha contattato la Guida Michelin per un commento.

Ma funzionerà?

Sebbene la causa di Eo abbia già fatto notizia nel mondo del cibo, l'avvocato criminale sudcoreano Shin Ha-na afferma che è improbabile che le accuse restino valide.

"Ci deve essere una dichiarazione offensiva che riduca la propria posizione sociale", spiega Shin alla CNN. "Di solito, ci devono essere parolacce. Dal momento che la guida non ha stampato volgarità, non credo che l'accusa reggerà."

Tuttavia, Shin osserva che se Michelin viene giudicata colpevole, la società sarà condannata a pagare da 500.000 a 3 milioni di won (da $ 625 a $ 3740 di danni).

Eo ha giurato: "Continuerò la mia campagna contro Michelin". (AAP / Ristorante Eo)

Le ripercussioni oltre la Corea

Eo non è l'unico chef a contestare la famosa e segreta guida alla revisione del cibo.

Anche lo chef francese Marc Veyrat ha fatto causa alla Michelin nel 2019, ma nel suo caso era per aver portato via una stella.

La Guida Michelin per la Francia ha detto a Veyrat che stavano attraccando una delle sue stelle dopo aver recensito il suo ristorante La Maison des Bois nelle Alpi.

Marc Veyrat, da parte sua, ha affermato che l'incidente aveva a che fare con un malinteso sul formaggio: il recensore della Michelin credeva che un soufflé fosse stato fatto di cheddar, mentre lo chef ha detto che erano molti altri formaggi con l'aggiunta di zafferano per dargli la tonalità gialla spesso associato al cheddar.

Ha aggiunto di essere entrato in una profonda depressione in seguito alla retrocessione della stella. "Sono stato disonorato, ho visto la mia squadra in lacrime", ha detto a una stazione radio francese.

La causa di Veyrat contro Michelin si terrà a novembre a Nanterre, in Francia.

Qualunque cosa accada con entrambe le cause, però, è chiaro che Eo non andrà da nessuna parte.

Sulla sua pagina Facebook, ha scritto: "Lavorerò sodo per salvaguardare l'integrità della nostra industria contro i critici della spazzatura come Michelin o influencer o media. Continuerò la mia campagna contro Michelin."

Ristorante Eo , 15 Dosandaero, 75-gil, Cheongdam-dong, Gangnam-gu Seoul, +82 2-3445-1926


Yun-gwon fa causa alla Guida Michelin per aver incluso il suo ristorante

Alcuni chef sognano per tutta la vita di vincere una stella Michelin. Ma non Eo Yun-gwon.

Secondo quanto riferito, lo chef sudcoreano ha citato in giudizio Michelin per aver incluso il suo ristorante Ristorante Eo nella loro guida 2019 di Seoul, dicendo che ha chiesto loro di non farlo.

Sta agendo in base a una legge sudcoreana contro l'insulto pubblico, che è simile alle leggi americane sulla diffamazione e la calunnia.

Qual è la lamentela?

Il 15 novembre, Eo ha annunciato sulla sua pagina Facebook di aver presentato lo stesso giorno una denuncia penale per insulto pubblico contro Michelin Travel Partner presso l'ufficio del procuratore del distretto centrale di Seoul.

"Ho presentato una denuncia penale contro il comportamento della Guida Michelin di inserire forzatamente [ristoranti] contro la loro volontà e senza un criterio chiaro", ha scritto.

"Includere il mio ristorante Eo nel libro corrotto è una diffamazione contro i membri di Eo e i fan. Come un fantasma, non avevano un numero di contatto e sono stato in grado di mettermi in contatto solo tramite e-mail. Anche se ho chiaramente rifiutato l'elenco del mio ristorante, l'hanno incluso a loro piacimento anche quest'anno."

Lo chef sudcoreano Eo Yun-gwon ha chiesto alla Guida Michelin di non mostrare il suo locale, il Ristorante Eo. (Ristorante Eo)

In particolare, Eo contesta il modo in cui Michelin, che è leggendariamente taciturna, giudica i ristoranti.

In un altro post su Facebook, questo del 13 novembre, Eo ha scritto: "Ci sono migliaia di ristoranti a Seoul che sono allo stesso livello o migliori e più onesti di quelli elencati sulla guida Michelin. È un triste scherzo che solo 170 di loro rappresentino Seoul."

Secondo la pagina Facebook di Eo, ha inviato un'e-mail a Michelin chiedendo loro di rimuovere il suo ristorante dalla guida in tutte le categorie e ha chiesto loro di spiegare i criteri di valutazione.

Dice di aver scritto nell'e-mail: "Numerosi ristoranti e lavoratori stanno sprecando la loro anima (denaro, tempo e fatica) per perseguire il miraggio che è la stella Michelin".

La Michelin ha pubblicato la sua prima guida ai ristoranti di Seoul nel 2016. La loro descrizione del Ristorante Eo citava specificamente lo chef, affermando che "e ogni piatto dimostra chiaramente la sua comprensione dell'integrità e della semplicità della cucina italiana."

Eo ha detto alla CNN per telefono: "La guida Michelin è un sistema crudele. È la prova più crudele del mondo. Costringe gli chef a lavorare circa un anno in attesa di un test [e] non sanno quando arriverà.

"È umiliante vedere il mio ristorante dare una valutazione in quel libro malsano."

La guida Michelin, ha aggiunto, "è accecata dal denaro e manca di filosofia".

La CNN ha contattato la Guida Michelin per un commento.

Ma funzionerà?

Sebbene la causa di Eo abbia già fatto notizia nel mondo del cibo, l'avvocato criminale sudcoreano Shin Ha-na afferma che è improbabile che le accuse restino valide.

"Ci deve essere una dichiarazione offensiva che riduca la propria posizione sociale", spiega Shin alla CNN. "Di solito, ci devono essere parolacce. Dal momento che la guida non ha stampato volgarità, non credo che l'accusa reggerà."

Tuttavia, Shin osserva che se Michelin viene giudicata colpevole, la società sarà condannata a pagare da 500.000 a 3 milioni di won (da $ 625 a $ 3740 di danni).

Eo ha giurato: "Continuerò la mia campagna contro Michelin". (AAP / Ristorante Eo)

Le ripercussioni oltre la Corea

Eo non è l'unico chef a contestare la famosa e segreta guida alla revisione del cibo.

Anche lo chef francese Marc Veyrat ha fatto causa alla Michelin nel 2019, ma nel suo caso era per aver portato via una stella.

La Guida Michelin per la Francia ha detto a Veyrat che stavano attraccando una delle sue stelle dopo aver recensito il suo ristorante La Maison des Bois nelle Alpi.

Marc Veyrat, da parte sua, ha affermato che l'incidente aveva a che fare con un malinteso sul formaggio: il recensore della Michelin credeva che un soufflé fosse stato fatto di cheddar, mentre lo chef ha detto che erano molti altri formaggi con l'aggiunta di zafferano per dargli la tonalità gialla spesso associato al cheddar.

Ha aggiunto di essere entrato in una profonda depressione in seguito alla retrocessione della stella. "Sono stato disonorato, ho visto la mia squadra in lacrime", ha detto a una stazione radio francese.

La causa di Veyrat contro Michelin si terrà a novembre a Nanterre, in Francia.

Qualunque cosa accada con entrambe le cause, però, è chiaro che Eo non andrà da nessuna parte.

Sulla sua pagina Facebook, ha scritto, "Lavorerò sodo per salvaguardare l'integrità della nostra industria contro i critici della spazzatura come Michelin o influencer o media. Continuerò la mia campagna contro Michelin."

Ristorante Eo , 15 Dosandaero, 75-gil, Cheongdam-dong, Gangnam-gu Seoul, +82 2-3445-1926


Yun-gwon fa causa alla Guida Michelin per aver incluso il suo ristorante

Alcuni chef sognano per tutta la vita di vincere una stella Michelin. Ma non Eo Yun-gwon.

Secondo quanto riferito, lo chef sudcoreano ha citato in giudizio Michelin per aver incluso il suo ristorante Ristorante Eo nella loro guida 2019 di Seoul, dicendo che ha chiesto loro di non farlo.

Sta agendo in base a una legge sudcoreana contro l'insulto pubblico, che è simile alle leggi americane sulla diffamazione e la calunnia.

Qual è la lamentela?

Il 15 novembre, Eo ha annunciato sulla sua pagina Facebook di aver presentato lo stesso giorno una denuncia penale per insulto pubblico contro Michelin Travel Partner presso l'ufficio del procuratore del distretto centrale di Seoul.

"Ho presentato una denuncia penale contro il comportamento della Guida Michelin di inserire forzatamente [ristoranti] contro la loro volontà e senza un criterio chiaro", ha scritto.

"Includere il mio ristorante Eo nel libro corrotto è una diffamazione contro i membri di Eo e i fan. Like a ghost, they did not have a contact number and I was only able to get in touch through email. Although I clearly refused listing of my restaurant, they included it at their will this year as well."

South Korean chef Eo Yun-gwon asked the Michelin Guide not to feature his venue, Ristorante Eo. (Ristorante Eo)

In particular, Eo takes issue with the way that Michelin, which is legendarily tight-lipped about its process, judges restaurants.

In another Facebook post, this one dated November 13, Eo wrote, "There are thousands of restaurants in Seoul that are on the same level or better and more honest than those listed on the Michelin guide. It is a sad joke that a mere 170 of them are representing Seoul."

According to Eo's Facebook page, he emailed Michelin asking them to remove his restaurant from the guide in all categories and demanded that they explain the rating criteria.

He says he wrote in the email: "Numerous restaurants and the workers are wasting away their soul (money, time, and effort) to pursue the mirage that is Michelin star."

Michelin released its first Seoul restaurant guide in 2016. Their description of Ristorante Eo specifically cited the chef, stating that "each dish clearly demonstrates his insight into the integrity and simplicity of Italian cooking."

Eo told CNN by phone, "Michelin guide is a cruel system. It's the cruellest test in the world. It forces the chefs to work around a year waiting for a test [and] they don't know when it's coming.

"It is humiliating to see my restaurant given a rating in that unwholesome book."

The Michelin guide, he added, "is blinded by money and lacks philosophy."

CNN has reached out to the Michelin Guide for comment.

But will it work?

Although Eo's suit has already made news in the food world, South Korean criminal attorney Shin Ha-na says that the charges are unlikely to stick.

"There needs to be an insulting statement that would cut down one's social standing," Shin explains to CNN. "Usually, there needs to be curse words. Since the guide didn't print profanity, I don't think the charge will stand."

However, Shin notes that if Michelin is found guilty, the company will be ordered to pay somewhere between 500,000 to 3 million won ($625 to $3740 in damages).

Eo has vowed: "I will continue my campaign against Michelin". (AAP / Ristorante Eo)

The repercussions beyond Korea

Eo isn't the only chef taking issue with the famously secretive food reviewing guide.

French chef Marc Veyrat also sued Michelin in 2019 — but in his case, it was for taking a star away.

The Michelin Guide for France told Veyrat that they were docking one of his stars after reviewing his restaurant La Maison des Bois in the Alps.

Marc Veyrat, for his part, claimed that the incident had to do with a misunderstanding about cheese — the Michelin reviewer believed a souffle had been made of cheddar, while the chef said it was several other cheeses with saffron added to give it the yellow hue often associated with cheddar.

He added that he went into a deep depression following the star demotion. "I've been dishonoured, I saw my team in tears," he told a French radio station.

Veyrat's suit against Michelin will be heard in November in Nanterre, France.

No matter what happens with either lawsuit, though, it's clear that Eo isn't going anywhere.

On his Facebook page, he wrote, "I will work hard to safeguard the integrity of our industry against garbage critics like Michelin or influencers or the media. I will continue my campaign against Michelin."

Ristorante Eo , 15 Dosandaero, 75-gil, Cheongdam-dong, Gangnam-gu Seoul, +82 2-3445-1926


Yun-gwon sues Michelin Guide for including his restaurant

Some chefs dream their whole lives of winning a Michelin star. But not Eo Yun-gwon.

The South Korean chef is reportedly suing Michelin for including his restaurant Ristorante Eo in their 2019 guide to Seoul, saying that he asked them not to.

He is taking action under a South Korean law against public insult, which is similar to American laws around libel and slander.

What's the complaint?

On November 15, Eo announced on his Facebook page that he had lodged a public insult criminal complaint against Michelin Travel Partner in the Seoul Central District Prosecutor's Office the same day.

"I have filed a criminal complaint against Michelin Guide's behaviour of forcibly listing [restaurants] against their will and without a clear criteria," he wrote.

"Including my restaurant Eo in the corrupt book is a defamation against members of Eo and the fans. Like a ghost, they did not have a contact number and I was only able to get in touch through email. Although I clearly refused listing of my restaurant, they included it at their will this year as well."

South Korean chef Eo Yun-gwon asked the Michelin Guide not to feature his venue, Ristorante Eo. (Ristorante Eo)

In particular, Eo takes issue with the way that Michelin, which is legendarily tight-lipped about its process, judges restaurants.

In another Facebook post, this one dated November 13, Eo wrote, "There are thousands of restaurants in Seoul that are on the same level or better and more honest than those listed on the Michelin guide. It is a sad joke that a mere 170 of them are representing Seoul."

According to Eo's Facebook page, he emailed Michelin asking them to remove his restaurant from the guide in all categories and demanded that they explain the rating criteria.

He says he wrote in the email: "Numerous restaurants and the workers are wasting away their soul (money, time, and effort) to pursue the mirage that is Michelin star."

Michelin released its first Seoul restaurant guide in 2016. Their description of Ristorante Eo specifically cited the chef, stating that "each dish clearly demonstrates his insight into the integrity and simplicity of Italian cooking."

Eo told CNN by phone, "Michelin guide is a cruel system. It's the cruellest test in the world. It forces the chefs to work around a year waiting for a test [and] they don't know when it's coming.

"It is humiliating to see my restaurant given a rating in that unwholesome book."

The Michelin guide, he added, "is blinded by money and lacks philosophy."

CNN has reached out to the Michelin Guide for comment.

But will it work?

Although Eo's suit has already made news in the food world, South Korean criminal attorney Shin Ha-na says that the charges are unlikely to stick.

"There needs to be an insulting statement that would cut down one's social standing," Shin explains to CNN. "Usually, there needs to be curse words. Since the guide didn't print profanity, I don't think the charge will stand."

However, Shin notes that if Michelin is found guilty, the company will be ordered to pay somewhere between 500,000 to 3 million won ($625 to $3740 in damages).

Eo has vowed: "I will continue my campaign against Michelin". (AAP / Ristorante Eo)

The repercussions beyond Korea

Eo isn't the only chef taking issue with the famously secretive food reviewing guide.

French chef Marc Veyrat also sued Michelin in 2019 — but in his case, it was for taking a star away.

The Michelin Guide for France told Veyrat that they were docking one of his stars after reviewing his restaurant La Maison des Bois in the Alps.

Marc Veyrat, for his part, claimed that the incident had to do with a misunderstanding about cheese — the Michelin reviewer believed a souffle had been made of cheddar, while the chef said it was several other cheeses with saffron added to give it the yellow hue often associated with cheddar.

He added that he went into a deep depression following the star demotion. "I've been dishonoured, I saw my team in tears," he told a French radio station.

Veyrat's suit against Michelin will be heard in November in Nanterre, France.

No matter what happens with either lawsuit, though, it's clear that Eo isn't going anywhere.

On his Facebook page, he wrote, "I will work hard to safeguard the integrity of our industry against garbage critics like Michelin or influencers or the media. I will continue my campaign against Michelin."

Ristorante Eo , 15 Dosandaero, 75-gil, Cheongdam-dong, Gangnam-gu Seoul, +82 2-3445-1926


Yun-gwon sues Michelin Guide for including his restaurant

Some chefs dream their whole lives of winning a Michelin star. But not Eo Yun-gwon.

The South Korean chef is reportedly suing Michelin for including his restaurant Ristorante Eo in their 2019 guide to Seoul, saying that he asked them not to.

He is taking action under a South Korean law against public insult, which is similar to American laws around libel and slander.

What's the complaint?

On November 15, Eo announced on his Facebook page that he had lodged a public insult criminal complaint against Michelin Travel Partner in the Seoul Central District Prosecutor's Office the same day.

"I have filed a criminal complaint against Michelin Guide's behaviour of forcibly listing [restaurants] against their will and without a clear criteria," he wrote.

"Including my restaurant Eo in the corrupt book is a defamation against members of Eo and the fans. Like a ghost, they did not have a contact number and I was only able to get in touch through email. Although I clearly refused listing of my restaurant, they included it at their will this year as well."

South Korean chef Eo Yun-gwon asked the Michelin Guide not to feature his venue, Ristorante Eo. (Ristorante Eo)

In particular, Eo takes issue with the way that Michelin, which is legendarily tight-lipped about its process, judges restaurants.

In another Facebook post, this one dated November 13, Eo wrote, "There are thousands of restaurants in Seoul that are on the same level or better and more honest than those listed on the Michelin guide. It is a sad joke that a mere 170 of them are representing Seoul."

According to Eo's Facebook page, he emailed Michelin asking them to remove his restaurant from the guide in all categories and demanded that they explain the rating criteria.

He says he wrote in the email: "Numerous restaurants and the workers are wasting away their soul (money, time, and effort) to pursue the mirage that is Michelin star."

Michelin released its first Seoul restaurant guide in 2016. Their description of Ristorante Eo specifically cited the chef, stating that "each dish clearly demonstrates his insight into the integrity and simplicity of Italian cooking."

Eo told CNN by phone, "Michelin guide is a cruel system. It's the cruellest test in the world. It forces the chefs to work around a year waiting for a test [and] they don't know when it's coming.

"It is humiliating to see my restaurant given a rating in that unwholesome book."

The Michelin guide, he added, "is blinded by money and lacks philosophy."

CNN has reached out to the Michelin Guide for comment.

But will it work?

Although Eo's suit has already made news in the food world, South Korean criminal attorney Shin Ha-na says that the charges are unlikely to stick.

"There needs to be an insulting statement that would cut down one's social standing," Shin explains to CNN. "Usually, there needs to be curse words. Since the guide didn't print profanity, I don't think the charge will stand."

However, Shin notes that if Michelin is found guilty, the company will be ordered to pay somewhere between 500,000 to 3 million won ($625 to $3740 in damages).

Eo has vowed: "I will continue my campaign against Michelin". (AAP / Ristorante Eo)

The repercussions beyond Korea

Eo isn't the only chef taking issue with the famously secretive food reviewing guide.

French chef Marc Veyrat also sued Michelin in 2019 — but in his case, it was for taking a star away.

The Michelin Guide for France told Veyrat that they were docking one of his stars after reviewing his restaurant La Maison des Bois in the Alps.

Marc Veyrat, for his part, claimed that the incident had to do with a misunderstanding about cheese — the Michelin reviewer believed a souffle had been made of cheddar, while the chef said it was several other cheeses with saffron added to give it the yellow hue often associated with cheddar.

He added that he went into a deep depression following the star demotion. "I've been dishonoured, I saw my team in tears," he told a French radio station.

Veyrat's suit against Michelin will be heard in November in Nanterre, France.

No matter what happens with either lawsuit, though, it's clear that Eo isn't going anywhere.

On his Facebook page, he wrote, "I will work hard to safeguard the integrity of our industry against garbage critics like Michelin or influencers or the media. I will continue my campaign against Michelin."

Ristorante Eo , 15 Dosandaero, 75-gil, Cheongdam-dong, Gangnam-gu Seoul, +82 2-3445-1926


Yun-gwon sues Michelin Guide for including his restaurant

Some chefs dream their whole lives of winning a Michelin star. But not Eo Yun-gwon.

The South Korean chef is reportedly suing Michelin for including his restaurant Ristorante Eo in their 2019 guide to Seoul, saying that he asked them not to.

He is taking action under a South Korean law against public insult, which is similar to American laws around libel and slander.

What's the complaint?

On November 15, Eo announced on his Facebook page that he had lodged a public insult criminal complaint against Michelin Travel Partner in the Seoul Central District Prosecutor's Office the same day.

"I have filed a criminal complaint against Michelin Guide's behaviour of forcibly listing [restaurants] against their will and without a clear criteria," he wrote.

"Including my restaurant Eo in the corrupt book is a defamation against members of Eo and the fans. Like a ghost, they did not have a contact number and I was only able to get in touch through email. Although I clearly refused listing of my restaurant, they included it at their will this year as well."

South Korean chef Eo Yun-gwon asked the Michelin Guide not to feature his venue, Ristorante Eo. (Ristorante Eo)

In particular, Eo takes issue with the way that Michelin, which is legendarily tight-lipped about its process, judges restaurants.

In another Facebook post, this one dated November 13, Eo wrote, "There are thousands of restaurants in Seoul that are on the same level or better and more honest than those listed on the Michelin guide. It is a sad joke that a mere 170 of them are representing Seoul."

According to Eo's Facebook page, he emailed Michelin asking them to remove his restaurant from the guide in all categories and demanded that they explain the rating criteria.

He says he wrote in the email: "Numerous restaurants and the workers are wasting away their soul (money, time, and effort) to pursue the mirage that is Michelin star."

Michelin released its first Seoul restaurant guide in 2016. Their description of Ristorante Eo specifically cited the chef, stating that "each dish clearly demonstrates his insight into the integrity and simplicity of Italian cooking."

Eo told CNN by phone, "Michelin guide is a cruel system. It's the cruellest test in the world. It forces the chefs to work around a year waiting for a test [and] they don't know when it's coming.

"It is humiliating to see my restaurant given a rating in that unwholesome book."

The Michelin guide, he added, "is blinded by money and lacks philosophy."

CNN has reached out to the Michelin Guide for comment.

But will it work?

Although Eo's suit has already made news in the food world, South Korean criminal attorney Shin Ha-na says that the charges are unlikely to stick.

"There needs to be an insulting statement that would cut down one's social standing," Shin explains to CNN. "Usually, there needs to be curse words. Since the guide didn't print profanity, I don't think the charge will stand."

However, Shin notes that if Michelin is found guilty, the company will be ordered to pay somewhere between 500,000 to 3 million won ($625 to $3740 in damages).

Eo has vowed: "I will continue my campaign against Michelin". (AAP / Ristorante Eo)

The repercussions beyond Korea

Eo isn't the only chef taking issue with the famously secretive food reviewing guide.

French chef Marc Veyrat also sued Michelin in 2019 — but in his case, it was for taking a star away.

The Michelin Guide for France told Veyrat that they were docking one of his stars after reviewing his restaurant La Maison des Bois in the Alps.

Marc Veyrat, for his part, claimed that the incident had to do with a misunderstanding about cheese — the Michelin reviewer believed a souffle had been made of cheddar, while the chef said it was several other cheeses with saffron added to give it the yellow hue often associated with cheddar.

He added that he went into a deep depression following the star demotion. "I've been dishonoured, I saw my team in tears," he told a French radio station.

Veyrat's suit against Michelin will be heard in November in Nanterre, France.

No matter what happens with either lawsuit, though, it's clear that Eo isn't going anywhere.

On his Facebook page, he wrote, "I will work hard to safeguard the integrity of our industry against garbage critics like Michelin or influencers or the media. I will continue my campaign against Michelin."

Ristorante Eo , 15 Dosandaero, 75-gil, Cheongdam-dong, Gangnam-gu Seoul, +82 2-3445-1926


Guarda il video: MICHELIN Motorcycle Tyres, ACT Adaptive Casing Technology (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Mu'ayyad

    Ritengo che sia un tema molto interessante. Dare con voi comunicheremo in PM.

  2. Ida

    Quali parole ... super

  3. Kaila

    Considero che il tema sia piuttosto interessante. Ti suggerisco di discutere qui o in PM.



Scrivi un messaggio