Ultime ricette

Ricetta Burrito in stile missione

Ricetta Burrito in stile missione


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Ingredienti

  • 4 tortillas di farina
  • 2 tazze di formaggio grattugiato, preferibilmente jack o queso fresco
  • 1 lattina da 16 once di fagioli borlotti, cotti
  • 1 tazza di salsa
  • 1 tazza di riso spagnolo, bollito
  • 2 tazze di bistecca alla gonna, cotta
  • 1/2 tazza di panna acida
  • 1/2 tazza di guacamole, comprato in negozio
  • 1 cipolla di media grandezza, tritata finemente

Indicazioni

Mettere le tortillas, avvolte nella carta stagnola, in un forno preriscaldato a 350°.

Nel frattempo, soffriggere le cipolle nell'olio da cucina in una casseruola di medie dimensioni fino a renderle traslucide. Unire i fagioli borlotti e cuocere fino a quando non raggiunge la temperatura desiderata.

Rimuovi le tortillas dal forno. Porzionare uniformemente i fagioli, la bistecca, il formaggio, il guacamole, la panna acida e la salsa al centro di ogni tortilla.

Per assemblare, piegare prima metà della tortilla fino a coprire il ripieno. Prendi i lati adiacenti e piegali sopra la prima piega. Tenere i tre lati piegati insegnati e avvolgere saldamente il quarto angolo sugli altri tre.


13 stili di burrito che tutti dovrebbero conoscere

"La gente critica i burritos dicendo: 'Oh, i burritos sono un'invenzione americana. Le tortillas di farina non vengono mangiate dai messicani", afferma Pati Jinich, food writer messicano e conduttore della serie vincitrice del James Beard Award La tavola messicana di Pati. "Ma questo non potrebbe essere più lontano dalla verità." Permettetemi quindi di iniziare facendo una precisazione importante: i burritos sono originari del Messico.

I burritos non sono solo di origine messicana, sono probabilmente anche tacos. Questo è secondo Mensile del Texas editore di taco (e autore della guida Serious Eats agli stili di taco americani) José Ralat, che nel 2019 ha dichiarato notoriamente i burritos un tipo di taco, attingendo al lavoro degli storici del cibo messicano Martha Chapa e Alejandro Escalante. Ralat ha scatenato una feroce battaglia su Twitter ma, cosa più importante, contestualizzando i burrito in questo modo, ha anche chiarito il modo in cui si inseriscono nel canone della cucina messicana.

"Se le persone sostengono che gli stati messicani di Sonora o Chihuahua siano il luogo di nascita del burrito, il fatto è che il cibo che prende il nome da un asinello proviene dal Messico settentrionale", afferma Ralat. “I burritos di entrambi gli stati messicani condividono una cosa: un'affinità per un singolo guiso, un ripieno, con una spruzzata opzionale di fagioli fritti. Ma il denominatore comune è la tortilla: una tortilla di farina”.


1. La Tortilla

Quando Jara ha immaginato per la prima volta di aprire La Taqueria, ha visto se stesso preparare le sue tortillas. "Stavo per farli proprio qui", dice, indicando un angolo del ristorante. Ma il suo travagliato primo giorno di lavoro lo ha visto chiudere ore prima che avesse previsto perché aveva finito così tanti ingredienti. La produzione di tortilla non era nelle carte in regola.

Invece, Jara ha trovato fornitori affidabili che forniranno tortillas personalizzate. Dove i tacos generalmente ottengono tortillas di mais nel suo ristorante, Jara usa tortillas di farina per i burritos. Negli ultimi 30 anni circa, ha acquistato dai produttori di tortilla di lunga data della California La Colonial a San Josè. "Una tortilla da 14 pollici è troppo grande, ma una tortilla da 12 pollici è troppo piccola", afferma Jara. "Non hanno fatto un 13 pollici, ma ora li stanno facendo per me." Jara ora li fa anche consegnare, risparmiandogli le ore che trascorreva guidando avanti e indietro per San Jose per le tortillas.


Come fare questa ricetta

Ci sono molti componenti per fare un Burrito californiano. È più facile realizzare alcuni di questi componenti in anticipo. Ciò comprende guacamole e salsa.

Guacamole cremoso

Prepara il guacamole usando la mia ricetta del guacamole cremoso. Mettere da parte fino al momento del bisogno.

Carne Asada

Inizia marinando la Carne Asada per tre o quattro ore. Tagliate a dadini la carne marinata e fatela cuocere in una padella riscaldata, a fuoco alto, finché non sarà cotta e leggermente bruciacchiata all'esterno.

Puoi anche saltare la carne marinata se sei di fretta e condire invece del controfiletto a dadini. Vedere le note della ricetta per ulteriori informazioni.

Patatine fritte

Friggere le patatine in olio a 375 gradi F. fino a doratura.

Come assemblare un burrito californiano

Per iniziare, hai bisogno di una tortilla extra-large, qualcosa di paragonabile a quella nella foto qui sotto. La dimensione approssimativa è 12".

Spalmare la tortilla grande con un po' di guacamole cremoso e panna acida.

Aggiungi Carne Asada cotta e tagliata a dadini e una manciata di patatine fritte calde appena fritte.

Completare con formaggio messicano grattugiato, salsa o pico de Gallo. Completare con coriandolo e cipolle a dadini, se lo si desidera.

Forno a microonde per un minuto e arrotolare strettamente in un burrito (o rotolare prima, poi microonde).


Burrito Bar in stile missione MICHAEL SYMON

ingredienti
MAIALE TIRATO:
2 cucchiaini di coriandolo
1 cucchiaino di cumino
1/2 cucchiaino di aglio in polvere
2 cucchiai di sale kosher
2 cucchiaini di pepe nero macinato al momento
1 cotenna di maiale con osso (contornata)
POLLO GRIGLIATO:
4 cosce di pollo (disossate, senza pelle)
2 cucchiai di olio d'oliva (per spennellare)
Sale kosher e pepe nero macinato fresco (a piacere)
CORIZIO:
2 cucchiai di olio d'oliva
1 libbra di chorizo ​​fresco (tolto dagli involucri)
Sale kosher e pepe nero macinato fresco (a piacere)
SOTT'ACETO CIPOLLE ROSSE:
1 libbra di cipolle rosse (sbucciate, affettate sottilmente)
1 bicchiere di aceto di vino bianco
1 tazza di aceto di vino di riso
1 tazza d'acqua
2 cucchiai di sale kosher
1/4 tazza di zucchero semolato
RISO SPAGNOLO:
2 cucchiai di olio d'oliva
1 cipolla (sbucciata, tagliata a dadini)
3 spicchi d'aglio (sbucciato, tritato)
1 tazza di riso bianco a chicco lungo
1 (8 once) può salsa di pomodoro
3 tazze d'acqua
1 cucchiaino di cumino
1 cucchiaino di peperoncino in polvere
Sale kosher e pepe nero macinato fresco (a piacere)
PEPERONI:
2 cucchiai di olio d'oliva
1 peperone verde (diraspato, tagliato a striscioline da 1/2 pollice)
1 peperone giallo (diraspato, tagliato a striscioline da 1/2 pollice)
1 peperone rosso (diraspato, tagliato a striscioline da 1/2 pollice)
Sale kosher e pepe nero macinato fresco (a piacere)
CUBETTI DI PATATE:
2 patate Idaho medie (tagliate a cubetti da 1/2 pollice)
1 tazza di aceto bianco
1/4 tazza di olio di colza (per friggere)
Peperoncino messicano chipotle (a piacere)
Sale kosher e pepe nero macinato fresco (a piacere)
GUACAMOLE:
3 avocado maturi (snocciolati, raccolti in una ciotola)
1/2 cipolla rossa piccola (sbucciata, tritata)
1 jalapeno piccolo (semi e costola rimossi, tritati)
2 lime (succo)
2-3 cucchiai di coriandolo (tritato)
BURRO:
6 tortillas di farina (14 pollici)
1 ricetta maiale sfilacciato (sopra)
1 ricetta cosce di pollo alla griglia (disossate, senza pelle, sopra)
1 ricetta chorizo ​​(sopra)
1 ricetta cipolle rosse sott'aceto (sopra)
1 ricetta guacamole (sopra)
1 tazza e 1/2 di fagioli neri
1/2 tazza di jalapenos sottaceto acquistati in negozio
1 tazza e 1/2 di queso fresco
Salsa piccante messicana (a piacere)
2 lime (tagliati a spicchi, per servire)
pico de gallo acquistato in negozio (per servire)
1 ricetta Riso spagnolo (sopra)
1 ricetta peperoni (sopra)
panna acida (per servire)

indicazioni
Per il maiale sfilacciato: foderare una teglia con carta stagnola, posizionare sopra una griglia per arrosti e rivestire con carta da forno e mettere da parte.
In una piccola ciotola aggiungere il coriandolo, il cumino, l'aglio in polvere, il sale e il pepe e frullare per unire. Strofinare la miscela di spezie su tutta la carne di maiale, trasferirla sulla griglia con la pelle rivolta verso l'alto e conservare in frigorifero per una notte.
Preriscaldare il forno a 225ºF. Togliere la carne dal frigorifero 30 minuti prima della cottura. Trasferire la carne di maiale in forno e cuocere fino a quando la carne è tenera e lo strato di grasso e pelle sopra è morbido e ha una temperatura interna di 170° F, circa 5-6 ore. Togliere dal forno e sminuzzare la carne con le forchette. Mettere da parte.
Per il pollo alla griglia: preriscaldare una griglia o una padella per grigliare a fuoco medio alto.
Spennellare il pollo su entrambi i lati con olio d'oliva e condire con sale e pepe. Mettere sulla griglia e cuocere per 5-6 minuti senza muoversi. Girare e continuare la cottura fino a cottura ultimata, circa 5 minuti. Togliere dalla griglia e lasciare riposare per 5 minuti. Affettate sottilmente il pollo e mettete da parte.
Per il chorizo: scaldare una padella media a fuoco medio con olio d'oliva. Aggiungere il chorizo ​​e cuocere rompendo con un cucchiaio di legno. Brown uniformemente, circa 8-10 minuti.
Per le cipolle rosse sottaceto: in un barattolo di vetro resistente al calore, imballare le cipolle il più strettamente possibile e mettere da parte. In una casseruola media a fuoco medio, aggiungere l'aceto di vino bianco, l'aceto di vino di riso, l'acqua, il sale e lo zucchero. Sbattere per unire, portare a ebollizione e ridurre a fuoco lento. Cuocere, mescolando di tanto in tanto, fino a quando lo zucchero si è sciolto, circa 2-3 minuti. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare leggermente, circa 2-3 minuti.
Versare il liquido sulle cipolle rosse e lasciare che raggiungano la temperatura ambiente, scoperte. Una volta raffreddato, coprite e mettete in frigorifero.
Per il riso spagnolo: scaldare un piccolo forno olandese o una casseruola dal fondo pesante a fuoco medio con olio d'oliva. Aggiungere le cipolle e cuocere finché non saranno morbide, circa 3 minuti. Aggiungere l'aglio e cuocere finché non diventa fragrante, circa 1 minuto in più. Aggiungere il riso e mescolare per amalgamare. Aggiungere la salsa di pomodoro, l'acqua, il cumino, il peperoncino in polvere e condire con sale e pepe. Portare a ebollizione, quindi ridurre a fuoco lento. Coprire e cuocere finché sono teneri, circa 20-25 minuti. Sgranare con una forchetta.
Per i peperoni: scaldare una padella larga di ghisa a fuoco medio con olio d'oliva. Aggiungere i peperoni, condire con sale e pepe e cuocere mescolando di tanto in tanto finché non si ammorbidiscono, circa 5-10 minuti.
Per le patate: In una pentola capiente aggiungere l'aceto, le patate e l'acqua fino a coprire e portare a bollore. Ridurre al minimo e cuocere finché non sono appena teneri, circa 20-24 minuti. Scolare le patate e asciugarle.
Scaldare una padella larga di ghisa a fuoco medio-alto con l'olio. Aggiungere le patate, condire con sale e pepe e cuocere finché non saranno dorate e croccanti su tutti i lati, circa 8-10 minuti. Trasferire su un piatto foderato di carta assorbente cospargere con sale marino e peperoncino chipotle messicano.
Per il Guacamole: In una ciotola media, aggiungere l'avocado e schiacciare con una forchetta, mantenendolo comunque grosso. Aggiungere la cipolla, il jalapeno, il succo di lime, il coriandolo, il sale e il pepe e mescolare per amalgamare. Mettere da parte.
Per le tortillas: preriscaldare una griglia o una griglia a fuoco medio-alto. Avvolgi un mattone nella carta stagnola (o usa una padella di ghisa per appesantire il burrito sulla griglia) e mettilo da parte.
Costruisci le tortillas ponendo una tortilla al centro di un quadrato di carta stagnola. Scegli e scegli i condimenti del burrito: maiale stirato, pollo alla griglia, chorizo, cipolle rosse sottaceto, riso spagnolo, peperoni, cubetti di patate, guacamole, fagioli neri, jalapenos sottaceto e queso affresco nel mezzo del burrito lasciando circa 1 pollice di spazio lontano dal bordo della tortilla. Avvolgere il burrito, metterlo sulla griglia e adagiare il mattone sopra il burrito. Cuocere fino a quando non è ben caldo, circa 5 minuti. Togliere dalla griglia e quando è abbastanza freddo da poter essere maneggiato, servire con salsa calda, spicchi di lime, pico de gallo e panna acida.
Suggerimento: personalizza questa ricetta a tuo piacimento! Fai il minimo o il numero di ripieni che desideri!


Burritos al chorizo ​​in stile missione

"Stile missione" è il codice per "tutte le cose" nel linguaggio burrito. Creati da ristoratori messicano-americani nella San Francisco degli anni '60, questi enormi burritos sono pieni di fagioli, riso, guacamole, salsa e qualche tipo di proteina, in questo caso il classico Tofurky Chorizo. Sono abbastanza grandi da poter essere condivisi, ma allora, perché dovresti volerlo?

Per 2 Porzioni

1 pacchetto Tofurky Chorizo
Due tortillas di farina da 12 pollici, riscaldate
½ tazza di guacamole preparato
1 tazza di riso bianco cotto
1 tazza di fagioli borlotti in scatola scolati
½ tazza di Cheddar vegano grattugiato (We <3 Follow Your Heart)
tazza di salsa pronta
1 cucchiaio di olio vegetale preferito
Panna acida vegana
Salsa piccante
coriandolo tritato
Spicchi di lime

1. In una padella media a fuoco medio, cuoci il chorizo, mescolando, finché non è caldo e leggermente dorato, circa 5 minuti. Mettere da parte.

2. Metti le tortillas su un piano di lavoro. Dividere il guacamole tra le tortillas, distribuendolo in una linea al centro, lasciando un bordo di 1 pollice su entrambi i lati. Guarnire con riso, fagioli, chorizo, formaggio e salsa. Ripiegare il lato della tortilla più vicino a te sopra il ripieno, quindi piegare i lati e arrotolare strettamente.

3. Pulisci la padella usata per cucinare il chorizo ​​e mettila a fuoco medio. Aggiungere l'olio e scaldare fino a quando non luccica. Mettere i burritos in padella, con la cucitura rivolta verso il basso, e cuocere fino a doratura, circa 3 minuti. Capovolgere e rosolare il secondo lato, circa 3 minuti in più. Servire caldo con panna acida, salsa piccante, coriandolo e lime.


La storia della missione Burrito, accatastato e arrotolato

Il Carnitas , crespi di un marrone scuro per la cottura nel grasso, hanno fibre che si aprono mentre mastico. I fagioli borlotti sono terrosi e morbidi, il pico de gallo un hashish denso. L'opzione dell'avocado fresco, essenziale qui a La Taqueria nel Mission District di San Francisco, unifica tutto in un mezzo burroso in cui la linea tra sapore e consistenza è indistinta, irrilevante. Sono ancora sudato dopo una corsa di quattro isolati dal parcheggio più vicino il sabato sera, ma non mi importa perché il burrito che i miei amici aspettano è buono come lo è sempre stato, dalla mia prima volta qui tre decenni fa . Posso anche guardare oltre il malocchio della donna irritata dai miei amici che monopolizzano un tavolo. Per trovare un posto a La Taq, perennemente intasato, devi affrontare il tipo di aggressione pubblica per cui questa città storicamente rilassata non è nota, tranne quando si tratta di segnare uno dei migliori burritos d'America.

Sinistra: La folla si raduna fuori da La Taqueria Destra: Una bottiglia di Jarritos al mandarino è l'abbinamento perfetto per un burrito Mission

Qui vedi un mix di Mission vecchia e nuova, amici ventenni che bighellonano con i colleghi davanti a Tecates e coppie più anziane nei loro cappellini dei Giants neri e arancioni, che si fermano sulla strada di casa da una partita di un giorno. Ci sono molti fuori città, persone che hanno lasciato la Bay Area e tornano ancora a Le Taq non appena i loro voli atterrano a SFO, e altri che controllano le cose dalle loro liste di cose da fare turistiche: nel 2014 ESPN- di Nate Silver sito web di statistiche di proprietà, FiveThirtyEight, ha scelto questo come il vincitore della sua fascia di burrito a livello nazionale.

È difficile credere in questa epoca dell'emoji del burrito, ma prima degli anni '90, i burrito esistevano principalmente nei quartieri latini come il Mission. Quelli che hanno attraversato sono stati visitatori provenienti da altri mondi, folk Tex-Mex (BurritoVille a Manhattan) o esotici californiani (Tortillas ad Atlanta). Poi è successo Chipotle. Il fondatore della catena, Steve Ells, era un cuoco di linea negli anni '80 allo Stars, la vistosa brasserie di San Francisco della Jeremiah Tower. Come la maggior parte dei ventenni locali, ha affrontato molti, molti burritos. Ells a volte ne prendeva uno prima del suo turno al ristorante. “Ero cresciuto a Boulder”, ricorda. "Un burrito sembra completamente diverso in Colorado, o lo era." Ells è stato principalmente influenzato dalla forma del burrito, dalla sua autocontenimento. Così ha aperto il suo primo Chipotle a Denver nel 1993, nel giro di un mese quel negozio vendeva più di mille burrito in stile Mission al giorno. Ha aperto un secondo avamposto, poi un terzo e infine altri 2.000 negozi, diffondendo la versione generica di Ells di questa specialità locale in tutto il paese.

Qui nel suo habitat naturale, però, il Mission burrito è ancora flessuoso, ancora espressivo, uno diverso dall'altro. Ci sono burrito per uomini del muro a secco e tecnici, skater punk e turisti, per condomini di lusso e ubriachi. Alcuni alzano il pugno per l'orgoglio chicano, altri sono codificati per bougie bohémien. Alcuni sono i bastoni per l'attuale staffetta della città verso la gentrificazione, altri continuano a vivere come hanno fatto nonostante le pressioni di una città in pieno boom. La maggior parte, e lo dico da uomo che mangia burrito a San Francisco da più di 30 anni, sono deliziosi.

Ma in una città in cui l'affitto medio mensile per un appartamento con una camera da letto nel 2016 ha superato i 3.600 dollari, questi burritos affrontano una sfida esistenziale. San Francisco sta perdendo operai e latinoamericani a un ritmo che fa impazzire i sostenitori degli alloggi a prezzi accessibili. L'anno scorso la città ha pubblicato un rapporto che mostra che la popolazione latina della Missione è scesa dal 60 percento nel 2000 a circa il 48 percento. Gli stessi dati prevedono che i latinos potrebbero costituire solo il 31 percento del distretto storicamente latino entro il 2025. Eppure la Mission rimane un luogo che non puoi capire - o addirittura goderti - senza il burrito, anche se le strade in cui è nato diventano inquietanti di fascia alta . Quindi, come fa a sopravvivere un cibo economico della classe operaia in un posto che improvvisamente non è né l'uno né l'altro?

Sinistra: La carne asada super a El Faro Destra: L'intero squadrone si presenta per l'ora del burrito

Prendi il treno BART fino alla 24th Street e supera i senzatetto e i ragazzini delle superiori per arrivare a El Farolito. Lì mangerai un burrito che ti mostra cosa non sono quelli delle altre città.

Il Carnitas in un El Farolito il super burrito è selvaggio e salato. Domina la forma tubolare nel modo in cui un T-bone da 24 once comanda un piatto da Ruth's Chris: senza equivocare, scusarsi o scusarsi con i vegani. L'enorme volume di carne di maiale fa retrocedere i chicchi d'arancia del riso messicano di cui sono pieni. Le fette di avocado sono necessarie, così come crema , uno scarabocchio rinfrescante, filtra attraverso lo spesso ciuffo di ingredienti. Questo è uno dei burritos che definiscono lo stile Mission. Questo è uno dei grandi burritos di San Francisco.

Un burrito Mission inizia con una grande tortilla di farina, tipicamente cotta a vapore su una pressa come una lavanderia a gettoni. Quindi viene riempito in stile involtino di uova con riso messicano, fagioli (neri, pinto, a volte fritti), salsa e un po' di carne tritata o sminuzzata ( Carnitas , pollo alla griglia o in umido, carne asada o frattaglie come lingua, frattaglie o cervelli). È universalmente noto che "un super", che costa un dollaro o due in più in ogni posto, ti dà una manciata di formaggio, panna acida o crema , guacamole o avocado a fette, a volte iceberg tritato.

Colpire il burrito carne asada a La Cumbre con una buona dose di crema

Il suono di questi ingredienti è ciò che distingue i burritos della Missione. Carnitas può essere semplicemente carne di maiale al vapore in altri luoghi i fagioli possono essere inscatolati o bolliti senza vita il guacamole raschiato da un secchio Sysco. Ma ci sono centinaia di posti che vendono burrito nei quasi 1,5 chilometri quadrati della Missione. Per competere, i proprietari devono distinguersi, come fa la salsa di pomodoro arrosto al Papalote, o il al pastore fa alla Taqueria Cancún. Altri posti possono avere buoni burritos, ma non hanno una cultura di buoni burritos, una comunità di lottatori.

Il burrito maker, spesso una lei, piega le estremità della tortilla e comprime i ripieni in un cilindro grasso e uniforme mentre rotola. Quel rotolo è tutto. El Metate è noto per il suo gioco stretto. (Ma una volta, in un minuscolo negozio di burrito di Oakland, Taqueria Las Comadres, ho visto una donna arrotolare il lembo di tortilla in eccesso in una spina dorsale croccante e gommosa e poi incorporarlo per eseguire la lunghezza del ripieno. È stata una mossa di incredibile abilità artistica. ) Un giro facoltativo sulla piastra per rendere croccante la pelle esterna della tortilla - quello che il menu chiama stile dorado a La Taq - e poi il burrito maker lo avvolge in un foglio, pizzica le estremità e lo fa cadere su un piatto o un cestino di plastica rosso accanto una manciata di patatine.

Il burrito Mission è una cosa così fusa con il rapporto della California con il Messico che la sua evoluzione è quasi impossibile da tracciare. Puoi vedere l'embrione di esso nel burrito de carne , il taco arrotolato di Sonora nel nord del Messico. È plausibile che una qualche versione di ciò si sia diffusa in California attraverso la vicinanza. Ma il burrito Mission è specifico di San Francisco, e mille miglia di mutazione li separano da quelli di Sonora.

San Diego ha quello che chiama, con enfasi, il burrito californiano. Si abbina in peso, tranne che la sua massa deriva dalle patatine fritte, che lo avvicinano al cibo ubriaco. Il burrito per la colazione, nato a Santa Fe negli anni '70, è un ingrandimento iperbolico dei tacos per la colazione di Austin. E il burrito umido Tex-Mex, condito con salsa enchilada, è una goffa scansione di enchilada suiza . In poche parole, i burrito della California sono migliori dei burrito di altri stati, ma nessuno è buono come quello di San Francisco. (Sono consapevole della natura controversa di questa verità.)

Sinistra: Il burrito a La Cumbre sembra santo Destra: Rasare la carne al pastor dallo spiedo è un'esperienza sacra

Los Angeles ha burritos deliziosi e di riserva, a volte solo fagioli e carne, come quelli surgelati che compri al 7-Eleven. Gli hardcore di San Francisco dicono di essere deboli, i hardcore di Los Angeles pensano che le Missioni siano volgari. Los Angeles Times Critico Gastronomico Jonathan Gold una volta chiamò i burrito di San Francisco "cose ​​mostruose avvolte in carta stagnola e riempite con quello che sembrerebbe essere il contenuto di un'intera cena a base di margarita". È difficile difendere l'estetica, tranne che un buon burrito Mission richiede talento. Dipende dalle proporzioni, dall'equilibrio e dalla qualità degli ingredienti come il pastrami di segale o una ciotola di ramen. È solo... grande.

Quella circonferenza ha alimentato il loro fascino sin dall'inizio. I burritos sono cibo a base di radici chicano, nati come razioni distribuite ai raccoglitori nelle enormi fattorie dello stato centrale. Negli anni '60, consulente ristorante Pietro Garin stava lavorando i campi di lattuga. "Ricordo la consistenza del manzo tagliuzzato", ha detto Settimanale di San Francisco nel 1993, ricordando i burrito di campo, "il calore dei peperoni verdi e la giusta proporzione di riso e fagioli". Non avevi bisogno di una forchetta e nemmeno di mani pulite.

Taqueria la cumbre è uno dei due posti a San Francisco che dice di aver inventato il Mission burrito, fino al giorno esatto: 29 settembre 1969 (l'altro, El Faro, sostiene una data precedente: 26 settembre 1961). Il numero sei di La Cumbre, un normale con carne asada, è stata la mia iniziazione al burrito. Negli anni '80 mi ero trasferito a San Francisco da Berkeley con alcune casse di libri tascabili illuminati in inglese e alcune borse pesanti di vestiti.

Quel burrito di carne asada è stata una delle prime cose che mi ha convinto del potenziale del cibo a basso costo. Ha dimostrato come alcuni ingredienti di base possono essere perfezionati, non lucidati, ma perfezionati. Hai tolto la stagnola e hai masticato il magma compresso della bistecca alla griglia con fagioli ranchero morbidi e riso arrotolato in una tortilla di farina con una fetta di formaggio Jack. Era abbastanza grande da potersi nutrire come un pitone palla dopo aver finito, il tuo corpo poteva rinunciare a qualche pasto.

Arrotolare il burrito finito a La Cumbre

Oggi ho dato un paio di morsi al rotolo sciolto di carne asada, versando del riso ambrato chiaro sul mio piatto, e La Cumbre sembra un posto con i suoi migliori burritos dietro. Stesso discorso per El Faro, suo storico rivale. La prima generazione di creatori di burrito di San Francisco è un po' come Madonna. La vecchia ferocia è sparita, ma avrà sempre il tuo rispetto, anche quando si mette sul palco. Non preoccuparti, ragazza: nel mio cuore, ti verrò sempre a prendere.

Il cartello di La Cumbre si protende su Valencia Street, il suo pesante carattere gotico messicano nero che sembra provocatorio, come un tatuaggio sulla clavicola con lettere di tre pollici. È in contrasto con la Valencia del 2016, una fila di ristoranti e boutique con facciate prim e segnaletica minima, che codificano per il costo all'interno.

Ovviamente, come nel resto di San Francisco, c'è stata una spinta per riformulare il burrito in termini di alto livello. A Hayes Valley, un quartiere centrale che è in piena espansione, ordino un burrito confit d'anatra al Papito Organic Mexican Cuisine. Quando prendo un boccone, rovescia un mucchio di anatra unta con talpa zuccherata, scaricando così tanto confit che mi preoccupo per il numero di uccelli costretti a sacrificare le loro zampe. Non è male, ma imbratta l'originale, lo veste con un blazer di lino estivo per accessoriare la Mission fin dall'inizio. Noto che i ragazzi che cucinano si comportano proprio come quelli di El Farolito, anche se il confit che stanno scaldando è un dubbio aggiornamento di croccanti Carnitas . Buon per loro, penso, che si stanno facendo strada. Ma mi chiedo cosa ne pensino di questo burrito.

Un'altra versione, più cupa, è un burrito che campione al ground zero della capitale tecnologica che San Francisco è diventata: il quartier generale di Twitter. Il burrito Mission è un pilastro della storia delle origini di quell'azienda.

Sinistra: Orgoglio di San Francisco tutt'intorno Destra: C'è un'incredibile arte murale appesa a La Cumbre

Nel 2006, la tradizione va, Jack Dorsey e un paio di amici hanno ordinato dei burritos. Fu allora, mentre rimuoveva la pellicola, che Dorsey condivise la sua visione per il social network. (Ora CEO di Twitter, ha rifiutato di essere intervistato per questa storia.)

The Market è una food hall pubblica al piano terra dell'edificio Twitter. Ordino un burrito di pollo chipotle dalla sua taqueria, Taco Bar, e trovo un tavolo fuori. Mentre i lavoratori tecnologici millenari passano nei loro attrezzi da allenamento - ragazzi che indossano Vans con calzini alti, zaini con loghi di aziende come Uber e Optimizely, pantaloncini da basket a righe vintage - affronto il peggior burrito della mia vita. La tortilla è rigida e fredda. Prendo un boccone di panna acida gelida in un boccone e poi pigro pollo di carne bianca imbalsamato con cumino.

Lascio cadere i suoi resti pesanti nel bidone del compost, mi faccio largo tra i giovani barbuti che indossano camicie di chambray e scappo.

I fratelli barbuti non si vedono da nessuna parte sul marciapiede di Mission Street di fronte a El Castillito. C'è solo una possente scogliera di un uomo, che risucchia il pollice rimanente di quello che deve essere stato un epico contundente. Nelle vicinanze, le aziende vendono assicurazioni auto e jeans sbiancati a buon mercato: questo è il tipo di posto in cui è stato allevato il burrito Mission.

Dagli anni '50, quando il quartiere ha iniziato a cambiare da irlandese e italiano a messicano, la Mission è stata un luogo noto per la sua consistenza. C'è consistenza fisica, nelle casse di platani ammaccati e yuca lucente di fronte ai mercati all'angolo. Ma anche culturale: la sovrapposizione di latino e gay, ricchi e non, etichettati e coperti di murales. È la San Francisco della compressione culturale, che è la migliore San Francisco. Non puoi incolpare Facebook Mark Zuckerberg e tutti quegli acquirenti di condomini per voler vivere qui. È carino e ha una vera patina, nonostante i cambiamenti demografici, i luoghi classici come El Castillito non sono stati spremuti.

All'interno, un tizio con un orecchino scintillante lascia il registratore di cassa, si dirige verso la TV montata sul soffitto e gli accende il telecomando. Una telenovela lampeggia. “ ay güey !” dice, facendo schioccare la lingua sullo schermo. Premette di nuovo il telecomando e il gioco Giants-Padres balbetta a fuoco. Una mezza dozzina di uomini stravaccati sui burritos si voltano verso lo schermo, tutti parlano spagnolo.

Sinistra: Clienti in fila alla Taqueria El Tarolito Destra: Burrito al pastor di El Castillito

Il cuoco raggiunge per un gob di al pastore da un cestino sulla linea, lo stende su una tortilla piena di riso messicano all'arancia e fagioli neri ("Vuoi piccante o miglio?" chiede, mestolo di salsa in bilico), quindi lo attorciglia in un foglio.

El Castillito non è entrato nella fascia dei migliori burrito di FiveThirtyEight. Ma Gustavo Arellano , membro del comitato di selezione e autore di Taco USA: come il cibo messicano ha conquistato l'America , ama questi burritos, così tanto, dice, che sentiva che erano una scelta troppo personale per fare pressioni. Chef David Chang , un altro elettore, si è fermato dopo che la parentesi era stata fissata. "Non lo so", ha detto in quel momento. "Potrebbe essere il miglior burrito che abbia mai mangiato." Anna Maria Barry-Jester , l'autore della parentesi, lo chiamò quello che è scappato. Mangio a San Francisco da decenni e non sono mai arrivato qui. Mi vergogno un po'.

Chiamo Arellano chiedere perché un posto che fa burrito così buoni ha mantenuto un profilo così basso. "Perché è rimasto decisamente classe operaia", dice. "Ci sono quelli che diventano sensazioni su Instagram e Yelp, e poi quelli che sono migliori."

Il pastore il maiale è croccante intorno ai bordi scuri, gommoso, animato da una carica di aceto e calore che sgronda come una pistola in rinculo. Il riso ha dente, i fagioli un chicco fine. C'è una tenuta soddisfacente nel rotolo, mi sento bene in mano e costa meno di dieci dollari. Questo potrebbe essere il miglior burrito Mission di San Francisco. Questo potrebbe essere il miglior burrito Mission nel mondo. Accidenti, andrò meglio a Chang: questo è il miglior burrito che abbia mai mangiato.

Forse è sopravvissuto, con l'anima Mission originale intatta, costruendo un muro sufficiente per oscurarlo dai turisti, dai tecnici e dagli acquirenti di condomini. Ironia della sorte: il burrito Mission più autentico è anche il più oscuro. A lungo possa rotolare.


Cose da ricordare per un burrito perfetto

1. Temperatura – assicurati che le tue tortillas e i tuoi ingredienti siano tutti all'incirca a temperatura ambiente. In questo modo, la tortilla non si spezzerà nel mezzo (ugh grave perdita) e gli ingredienti non appassiranno il delizioso burrito che hai appena assemblato, creando così un pasticcio fradicio.

2. Fattore Sog- per assicurarti un delizioso burrito dopo lo scongelamento o il riscaldamento, salta i soggers - che significa guac, panna acida e salse. Non preoccuparti, non siamo qui per negarti questi piaceri terreni, tienili da parte! In questo modo, otterrai un ottimo burrito di base con alcuni condimenti a frizione aggiunti al momento di scartare per evitare la zuppa di burrito.

3. Avvolgilo come vuoi davvero-un involucro di tortilla stretto è tuo amico. Quindi avvolgerlo di nuovo strettamente con pellicola e pellicola prima di congelarlo. Avvolgilo come quelle ragazze su Instagram si avvolgono la pancia.

4. Le dimensioni contano—Un burrito più piccolo si riscalderà più velocemente, il che è un fattore importante quando si considerano questi per una colazione veloce. Pensa alle dimensioni del burrito del corridoio del congelatore del supermercato, non alle proporzioni del burrito in stile Mission.


Ricetta dei burritos di manzo al formaggio

Questa è una deliziosa ricetta per burritos di manzo e formaggio.

Adoro il cibo messicano e questa ricetta del burrito è così gustosa che voglio farla ogni volta che la vedo.

Richiede due formaggi, crema di formaggio e cheddar grattugiato o formaggio Monteray Jack.

L'elenco degli ingredienti può sembrare un po' lungo ma è davvero una ricetta semplice da mettere insieme.

Le spezie e le erbe elencate, unite ai pomodori e ai peperoncini, creano una salsa eccezionalmente gustosa.

Puoi anche aggiungere del formaggio grattugiato extra in cima appena prima di infornare se vuoi dei burrito di formaggio davvero decadenti.

Sì, questa ricetta contiene crema di formaggio e formaggio cheddar, ma a parte questo è abbastanza salutare. Sostituirei le tortillas con tortillas integrali per un valore nutritivo extra.

Puoi anche sostituire la carne macinata con pollo o tacchino macinato per un burrito più magro.

Questa è un'ottima ricetta per una cena facile. Basta aggiungere una grande insalata e la cena è completa.


Burritos in stile missione KCC

Togliete il pollo dalle ossa e tagliate il pollo a pezzetti.

Togliete i fagioli fritti dal barattolo e metteteli in una ciotola.

Mescolare la panna acida e la salsa taco. Conservalo in frigorifero finché non sei pronto per costruire i tuoi burritos.

Prepara la salsa aprendo un contenitore o preparandola (vedi sotto).

Cuocere il mais e scolarlo.

Lavate il peperone verde, privatelo dei semi e tagliatelo a cubetti.

Tritare ½ tazza di coriandolo fresco.

Mescolare insieme il mais, il peperone e il coriandolo tritato. Tagliare a metà il lime e spremere il succo fresco sul composto di mais e mescolare.

Eliminate la pelle e i semi dall'avocado e tagliatelo a fette.

Cuoci a vapore gli involtini di tortilla mettendone uno su un piatto, mettendo un tovagliolo di carta umido sopra e mettilo nel microonde per 20-30 secondi.

Aggiungi gli ingredienti al centro della tua tortilla fagioli fritti, salsa fresca, la miscela di mais, il pollo, il formaggio e l'avocado fresco.

Piega la tortilla in stile burrito piegandola sui lati e arrotolandola.

Sciogliere un po' di burro in una padella stile padella quanto basta per ricoprirlo. Tosta i burrito su entrambi i lati come faresti con un formaggio grigliato.

Pollo al girarrosto: Puoi trovarlo nell'area dei cibi preparati nei supermercati Price Chopper e Market 32.

salsa: Puoi trovare salsa fresca nella corsia dei prodotti nei supermercati Price Chopper e Market 32. Oppure puoi crearne uno tuo.

Basta mettere 1 pinta di pomodorini con ½ tazza di cipolla dolce tagliata a dadini in un mini tritatutto o robot da cucina e tritare gli ingredienti. Aggiungere 1 peperone verde lavato, privato dei semi e tagliato a dadini insieme a 1 spicchio d'aglio sbucciato e tritarli insieme ai pomodori e alle cipolle. Aggiungere ½ tazza di coriandolo fresco e 1 cucchiaio di aceto balsamico PICS. Tritare ancora e servire.

Mais Extra: Servilo semplicemente a lato o aggiungilo in cima a un'insalata se ne hai in più.

riso spagnolo: Spanish rice is a great side dish and can be added into the tortilla as part of your burrito or served on the side.

The Plastic Knife: If you have younger children, they can help to cut many of the ingredients in the recipes to help strengthen this motor skill. For example, cut the bell pepper into strips and let them cut it into small pieces. Or, remove the avocado from the skin, let the children cut it into strips.

Cooking with Kids: Every recipe is filled with life skills that help to encourage children’s confidence in the kitchen. Here are a few to focus on when making this recipe


Guarda il video: Beef Cheese Wrap,Beef burrito By Recipes of the World (Potrebbe 2022).